circolare mensile per l’impresa

News fiscali Aprile 2021

Informative e news per la clientela (Estratto)

Le news di aprile 
Crediti Iva trimestrali: in scadenza la richiesta di rimborso o compensazione per il primo trimestre 2021
Click day per il credito patrimonializzazione
Il contributo a fondo perduto del Decreto “Sostegni”
Novellate le scadenze per le definizioni in “rottamazione” e “saldo e stralcio” e definito il recupero di somme in avviso bonario senza sanzioni
Le indennità del Decreto Sostegni
Scade il prossimo 30 aprile 2021 il termine per la detrazione dell’Iva relativa alle fatture di acquisto ricevute nel 2020 pag. 18Le procedure amministrative e contabili in azienda
Il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza 

 

FONDO PERDUTO

Contributo minimo per chi ha aperto la partita iva nel dicembre 2019

Con il provvedimento n. 82454 del 29 marzo 2021 l’Agenzia delle entrate ha fornito un chiarimento per i soggetti che hanno attivato la partita Iva a partire dal 1° gennaio 2019 chiarendo che a tali soggetti, il contributo a fondo perduto spetta:
• a prescindere dalla circostanza che essi abbiano avuto un calo del 30% della media mensile del fatturato del 2020 rispetto alla corrispondente media del 2019:
• per la quantificazione del contributo la percentuale di calo indennizzabile è applicata al calo della media mensile di fatturato calcolata per i soli mesi successivi a quello di attivazione della partita Iva.                                                                                   (Agenzia delle entrate, provvedimento n. 82454, 29/03/2021)

PROROGA AL 15 APRILE DELL’INVIO COMUNICAZIONE OPZIONE UTILIZZO SUPERBONUS

Prorogato ulteriormente dal 31 marzo al 15 aprile 2021 il termine per invio comunicazione telematica della opzione di utilizzo superbonus nonché per sostitutive e annullamenti

Con provvedimento n. 83933 del 30 marzo 2021 l’Agenzia delle entrate stabilisce una ulteriore proroga dal 31 marzo al 15 aprile 2021 del termine per l’invio delle comunicazioni delle opzioni del Superbonus (di cui all’articolo 121, D.L. 34/2020). In particolare, si stabilisce che il termine di scadenza per l’invio delle comunicazioni delle opzioni di cui al punto 4.1 del provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate prot. n. 283847 dell’8 agosto 2020, per le detrazioni relative alle spese sostenute nell’anno 2020, è ulteriormente prorogato al 15 aprile 2021.            (Agenzia delle entrate, provvedimento n. 83933, 30/03/2021)

GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE

Rimborso o utilizzo in compensazione per utilizzi del primo trimestre con pratica entro il 30 aprile 2021

La dichiarazione relativa ai consumi di gasolio per uso autotrazione utilizzato nel settore del trasporto, effettuati tra il 1° gennaio e il 31 marzo 2021, necessaria per fruire dei benefici fiscali (restituzione in denaro o utilizzo in compensazione nel modello F24 con codice tributo 6740), deve essere presentata dal 1° al 30 aprile 2021. A tal fine, è già disponibile il software al link https://www.adm.gov.it/portale/-/software-gasolio-autotrazione-1-trimestre-2020. In alternativa è possibile presentare la dichiarazione di consumo in forma cartacea con il contenuto della stessa riprodotto su supporto informatico.                                                                                                                                                                                                                  (Agenzia delle dogane e dei monopoli, nota n. 96399, 23/03/2020)

CORRISPETTIVI TELEMATICI

Corrispettivi: slitta al 1° ottobre 2021 il nuovo tracciato elettronico

Corrispettivi: slitta al 1° ottobre 2021 il nuovo tracciato elettronico

Con provvedimento n. 83884 del 30 marzo 2021 vengono ulteriormente prorogati i termini relativi alla disciplina della memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri.  In particolare, slitta dal 1° aprile al 1° ottobre 2021 la data dell’utilizzo esclusivo del nuovo tracciato telematico dei dati dei corrispettivi giornalieri versione 7.0 e del conseguente adeguamento dei registratori telematici. Vengono infine adeguati al 30 settembre 2021 anche i termini entro i quali i produttori possono dichiarare la conformità alle specifiche tecniche di un modello già approvato dall’Agenzia delle entrate.                                                                                                                                                (Agenzia delle entrate, provvedimento n. 83884, 30/03/2021

CEDOLARE SECCA

Chiarimenti in tema di riduzione del canone di locazione per l’emergenza Covid-19 e cedolare secca

Il regime agevolativo della cedolare secca non è impedito dall’eventuale efficacia di una clausola dell’Accordo territoriale sulle locazioni abitative, con cui è stato previsto che, laddove venga sottoscritto un contatto con riduzione obbligatoria del canone massimo, verranno riconosciute al locatore delle agevolazioni Imu per il periodo in cui la riduzione del canone sarà sussistente. Lo ha chiarito l’Agenzia delle entrate con la risposta a interpello n. 165 del 9 marzo 2021. Tale soluzione prescinde dalla circostanza che la clausola venga inserita direttamente all’interno del contratto ovvero sia prevista in autonoma scrittura privata da sottoscriversi e registrarsi contestualmente al contratto di locazione.                                             (Agenzia delle entrate, risposta a interpello n. 165, 9/03/2021)

       

                                                                                                                  

DEDUCIBILITA’ MAXI CANONE

Indeducibile la quota riferita al maxi canone

Con l’ordinanza n. 7183 del 15 marzo scorso la Corte di Cassazione ha chiarito che in caso di “scorporo” del valore delle aree sottostanti ai fabbricati strumentali acquisiti con contratto di leasing finanziario nella valutazione della quota non deducibile non si debba tenere conto della parte riferibile al maxi canone, con una conseguente riduzione della ripresa fiscale da operare ai fini dell’Ires.                                  (Corte di Cassazione, sentenza n. 7183, 15/03/2021)

       

                                                                                                                  

RIFORMA DELLO SPORT

Pubblicati in Gazzetta Ufficiale i cinque decreti legislativi attuativi della riforma dello sport
Sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale i cinque decreti legislativi (numeri da 36 a 40) tutti datati 28 febbraio 2021 emanati nell’ambito della riforma dello sport. In particolare i temi disciplinati riguardano: la riforma del lavoro sportivo, la disciplina della professione di agente sportivo, la riforma delle norme di sicurezza per la costruzione e l’esercizio degli impianti sportivi e della normativa in materia di ammodernamento o costruzione di impianti sportiva e la semplificazione di adempimenti relativi agli organismi sportivi e le misure in materia di sicurezza nelle discipline sportive invernali. Tra le novità l’istituzione presso il Dipartimento per lo sport, del Registro nazionale delle attività sportive dilentastiche.                (Gazzette Ufficiali n. 67 e n. 68 del 18 e 19 marzo 2021)

       

                                                                                                                  

ACCERTAMENTO

Ampliato il potere di accertamento

Per le Sezioni Unite n. 8500/2021 il potere di accertamento va verificato rispetto a ogni annualità. Ad esempio, un bene acquistato nel 2000 e ammortizzato fino al 2033 è verificabile fino al 2039.                                                                                                           (Corte di Cassazione SS.UU., sentenza n. 8500, 23/03/2021)